Katia Gigli

Immersi nella natura

Penso sia indispensabile al giorno d’oggi, parlare di una serie di tematiche che ci riguardano sempre più da vicino. È necessario far capire ai giovani l’importanza del riciclo, del rispetto per l’ambiente e per gli altri, sensibilizzarli verso l’acquisizione di uno stile di vita più sano e meno dannoso. La scuola dovrebbe puntare all’educazione alla speranza e alla positività, al rispetto e alla cittadinanza, ma soprattutto al cambiamento.

L’illustrazione realizzata per la propaganda 2020 relativa alla scuola secondaria di secondo grado vuole farci riflettere sulla condizione che stiamo vivendo. La terra ormai privata dei suoi “polmoni verdi” e delle sue “strutture portanti” vuole riappropriarsi degli spazi perduti; terremoti, tsunami, trombe d’aria sono gli strumenti della sua ribellione e tutti ne conosciamo le conseguenze. Gli studiosi da tempo ci stanno mettendo in guardia, lo stesso Adriano Celentano nel 1966 cercò di dircelo con una canzone “Il ragazzo della via Gluck”. Ci siamo spinti troppo oltre e quasi certamente siamo arrivati ad un punto di non ritorno. Ora non possiamo più sbagliare, non possiamo più aspettare, è il momento di restituire ciò che abbiamo rubato. Famiglie e scuola devono collaborare per insegnare alle nuove generazioni l’importanza del rispetto per la natura, l’importanza del trovare soluzioni per curare responsabilmente le ferite. Con linguaggio essenziale, l’illustrazione ci racconta la storia di un insegnante e della sua classe di studenti che armati di pale, giovani arbusti e tanta voglia di risolvere un problema, se vanno ad impiantare e restituire porzioni di natura alla Terra.

Katia Gigli

Nasce nel 1981 in un ridente paesino delle Marche in provincia di Macerata, Cingoli. Si laurea in Arti Visive, indirizzo Pittura presso L’Accademia di Belle Arti di Brera e trova lavoro come responsabile della linea Creativa per una nota azienda di giochi. Dopo aver intrapreso la carriera di mamma a tempo pieno, per non impazzire decide di riprendere le sue passioni. Frequenta presso la scuola Ars in Fabula diversi corsi di illustrazione, tra cui il master di primo livello in Illustrazione ed Editoria per l’Infanzia.