Strategie didattiche

La collana per la formazione dei docenti

Strategie didattiche è la collana di Rizzoli Education di aggiornamento sui temi fondamentali della scuola che cambia, riservata ai docenti delle scuole di ogni ordine e grado.

Un supporto essenziale per i docenti e la pratica didattica in classe!

Competenze

Costruire e certificare competenze nel primo ciclo

Roberto Trinchero

Primaria e secondaria primo grado

Un volume completo che offre contributi teorici ma soprattutto pratici, collaudati sul campo dai numerosi insegnanti che hanno sperimentato i modelli didattici e valutativi per il primo ciclo, ricco di protocolli di immediata applicazione per una didattica attiva, efficace, coinvolgente. Il volume parte da un inquadramento teorico-legislativo della competenza e propone guide operative agevolate da una pluralità di esempi di situazioni-problema per progettare una formazione che parta dai traguardi delle Indicazioni nazionali e insista su una pluralità di processi cognitivi, attività didattiche e di valutazione formativa, prove di valutazione e di certificazione della competenza.

Roberto Trinchero è docente di Pedagogia Sperimentale e Metodologia della Ricerca Educativa presso l’Università degli Studi di Torino.

 

Costruire e certificare competenze nel secondo ciclo

Roberto Trinchero

Secondaria secondo grado

Un volume completo che offre contributi teorici ma soprattutto pratici, collaudati sul campo dai numerosi insegnanti che hanno sperimentato i modelli didattici e valutativi per il secondo ciclo, ricco di protocolli di immediata applicazione per una didattica attiva, efficace, coinvolgente. Il volume parte da un inquadramento teorico-legislativo della competenza e propone guide operative agevolate da una pluralità di esempi di situazioni-problema per costruire percorsi formativi secondo i quattro assi culturali per il secondo ciclo e per progettare una formazione che parta dai traguardi delle Indicazioni nazionali e insista su una pluralità di processi cognitivi, attività didattiche e di valutazione formativa, prove di valutazione e di certificazione della competenza.

Roberto Trinchero è docente di Pedagogia Sperimentale e Metodologia della Ricerca Educativa presso l’Università degli Studi di Torino.

Metodo di studio

La capacità di studiare

Lerida Cisotto

Primaria

Un volume dall’obiettivo chiaro: sostenere gli insegnanti nell’impegno quotidiano di rendere gli allievi degli studenti migliori, capaci cioè di affrontare i testi di studio con strategie e procedure efficacicon l’approccio giusto. I primi cinque capitoli presentano una rassegna di studi e ricerche sul tema: dalle indagini sulla comprensione del testo e i metodi di studio, passando attraverso l’insegnamento strategico con focus sulle variabili dell’alunno fino agli studi più recenti sul tema della motivazione. Nel capitolo 6 e nell’appendice il volume trova la sua completezza, poiché le prospettive teoriche sono rese concrete tramite una serie di percorsi didattici a diverso grado di complessitàin cui si chiariscono i passi e le operazioni da compiere nell’applicazione didattica di strumenti e strategie: ad esempio, per il riassunto, per la presa di appunti, per incrementare l’autoregolazione da parte dell’alunno ecc. La validità delle proposte didattiche deriva dal fatto di essere state a lungo sperimentate nelle classi con esiti positivi.

Lerida Cisotto è Professoressa di Didattica della Lingua Italiana presso l’Università di Padova. 

Insegnare a studiare

Daniela Robasto e Lerida Cisotto

Secondaria primo grado

La ricerca scientifica sul potenziamento cognitivo evidenzia come mirate attività in aula possano favorire negli studenti l’acquisizione di un comportamento strategico nello studioI docenti interessati ad avviare tali attività potranno avvalersi di questo volume, in primis per una messa a fuoco delle dimensioni del concetto di comportamento strategico nell’apprendimento, trovando in esso alcuni rimandi anche alle modalità progettuali attraverso le quali un insegnante può costruire e comunicare agli studenti il loro percorso di apprendimento. In seconda istanza, il docente troverà spunti per applicare quattro differenti tecniche di studio (il questioning, il mappingl’imaging e il self assessment) che possono concorrere nell’aiutare gli studenti a giungere a un apprendimento di tipo significativo. Vengono poi presentati alcuni suggerimenti per avviare e monitorare il lavoro operativo in aula. In ultimo, il volume fornisce spunti per potenziare la motivazione degli allievi.

Daniela Robasto è ricercatrice sperimentale all’Università di Parma, dove insegna Pedagogia Sperimentale e Progettazione e valutazione dei percorsi formativi.

Lerida Cisotto è Professoressa di Didattica della Lingua Italiana presso l’Università di Padova.

Invalsi ed Esame di Stato

Le novità della prova INVALSI e dell’Esame di Stato

AA. VV.

Secondaria primo grado

Il nuovo quadro normativo sulla valutazione degli studenti, definito dal decreto legislativo n.62 del 13 aprile 2017 e dai successivi decreti ministeriali emanati per la sua attuazione, ha modificato in modo significativo, a partire dall’anno scolastico 2017/2018, le modalità di svolgimento dell’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione e quelle di realizzazione delle prove INVALSI per la rilevazione degli apprendimenti. Il presente volume offre una visione completa di tali cambiamenticon puntuali riferimenti sia alle norme primarie sia alle note ministeriali che le hanno accompagnate, unitamente a indicazioni operative su possibili attività didattiche da svolgere in classe e sulla costruzione delle prove d’esame.

 

Scuole auto-organizzate

Scuole auto-organizzate verso ambienti di apprendimento innovativi

Alberto F. De Toni e Stefano De Marchi

Secondaria secondo grado

Un volume che descrive i risultati di una ricerca realizzata presso 14 scuole italiane di diverso ordine e grado che mettono in evidenza come esista una correlazione positiva tra le capability dell’auto-organizzazione scolastica e l’innovatività degli ambienti di apprendimento. L’auto-organizzazione non è sinonimo di auto-gestione: si concretizza solo in presenza di determinate condizioni, la cui ricerca e creazione è compito di docenti e dirigenti scolastici che vogliano passare da un ruolo classico di pianificazione e controllo a uno nuovo di creazione e presidio del contesto. È necessario puntare su una scuola a molte menti, ovvero sulla partecipazione e sull’assunzione di responsabilità da parte di tutti in una logica di intra-imprenditorialità. Serve intelligenza distribuita, inter-connessa, auto-motivata e auto-attivata.

Alberto F. De Toni è rettore dell’Università degli Studi di Udine e segretario generale della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane.

Stefano De Marchi è preside e professore di Filosofia e Storia presso l’Istituto Canossiano Madonna del Grappa di Treviso.

Costruire e certificare competenze nel primo ciclo

di Roberto Trinchero

Un volume completo che offre contributi teorici ma soprattutto pratici, collaudati sul campo dai numerosi insegnanti che hanno sperimentato i modelli didattici e valutativi per il primo ciclo, ricco di…

Vai alla pagina