L’avvento di Internet ha messo a nostra disposizione una mole enorme di dati e informazioni, eppure sentiamo ripetere sempre più spesso che ci troviamo nell’era della disinformazione, e il termine fake news è ormai entrato nel linguaggio comune. Come ottenere informazioni affidabili?

Obiettivi

L’attività permetterà allo studente di sviluppare le seguenti competenze chiave:

• competenza di base in scienze;
• competenze digitali;
• imparare a imparare;
• competenze sociali e civiche.

Il progetto

Al termine dell’attività lo studente avrà svolto una ricerca in Internet in maniera autonoma, imparando il funzionamento dei motori di ricerca, selezionando le fonti in base alla loro attendibilità e organizzando le informazioni ottenute.

Percorsi pluridisciplinari

L’attività può essere organizzata dal solo docente di scienze, oppure in collaborazione con il docente di inglese o di tecnologia.

Verso il nuovo esame

Svolgere correttamente una ricerca in Internet è una capacità richiesta a ogni cittadino, ma è molto importante anche in vista dell’esame di Stato. Infatti, un corretto utilizzo dello strumento permette allo studente di documentarsi in maniera autonoma e di approfondire i temi scelti per il colloquio orale.

La ricerca, in pratica

In Italia, circa il 50% dei ragazzi tra gli undici e i quattordici anni si connette a Internet quotidianamente. Eppure, quanti di loro possono dire di conoscere davvero bene questo strumento? Internet può essere utilissima, ma bisogna saperla usare! Con questa attività imparerai a fare una ricerca in Internet in maniera corretta, un’abilità che ti sarà sempre più utile nel corso della tua vita.

Alla fine dell’attività avrai svolto una ricerca in Internet, filtrando le informazioni ottenute e organizzandole in maniera ordinata. Saper cercare e selezionare le informazioni sul web ti sarà molto utile nella preparazione per il tuo esame di Stato, specialmente per il colloquio orale.

Fase 1 – Scelta dell’argomento

Per prima cosa, con il consiglio dell’insegnante scegli un argomento scientifico che ti interessi. Puoi cercare idee sul libro di testo, oppure sfogliando una rivista scientifica o guardando un documentario. Usa la fantasia: l’unica cosa importante è che la tua ricerca sia incentrata su un tema scientifico.

Fase 2 – Svolgimento della ricerca

Per cercare delle informazioni in Internet devi usare un motore di ricerca, cioè uno strumento che, in seguito a una tua richiesta, raccoglie, analizza e ordina i dati disponibili online. Esistono diversi motori di ricerca (per esempio Google, Yahoo e Bing), ma Google è senza dubbio il più utilizzato. Quando fai una ricerca su Google, puoi digitare un’intera frase oppure una o più parole chiave; in ogni caso, ricordati che non è necessario differenziare tra maiuscole e minuscole e che puoi omettere le parole poco importanti (come articoli e congiunzioni).

Fase 3 – Consultazione dei siti

Quando usi un motore di ricerca, in genere ottieni come risultato una lunga (a volte lunghissima!) lista di siti, ordinati in base a una serie di fattori come l’importanza del sito e la sua attinenza, ma anche in base alle tue ricerche precedenti. Attenzione però, non tutti i siti sono uguali! Alcuni riportano delle informazioni utili e corrette, altri invece sono poco affidabili. È quindi molto importante imparare a scegliere i siti da consultare; ecco alcuni consigli per fare questa selezione.

Preferisci i siti istituzionali (come quelli dei Ministeri, degli Enti Statali, degli Enti di ricerca, ecc.) oppure quelli molto noti (come il sito dell’Enciclopedia Treccani).
Se stai cercando informazioni su un argomento di attualità, cerca degli articoli di giornale piuttosto che affidarti a social media, come Facebook, o a blog sconosciuti.
Controlla le informazioni che trovi online. Non ti limitare a un solo sito, ma approfondisci la tua ricerca: dicono tutti la stessa cosa oppure ci sono delle versioni contrastanti?

Fase 4 – Organizzazione delle informazioni

Nel corso della tua ricerca in Internet acquisirai molte informazioni, più di quante tu ne possa ricordare. Per questo è necessario imparare a organizzare tutto ciò che è importante, in maniera da poterlo ritrovare quando ne avrai bisogno. Una buona regola generale è salvare tra i preferiti tutti i siti interessanti. Il modo per farlo cambia a seconda del browser che utilizzi (Firefox, Safari, Explorer, Google Chrome…), ma il risultato è lo stesso: una lista di tutti i siti che hai salvato. Di solito, per salvare un sito è sufficiente cliccare la stellina che si trova in alto a destra nella pagina web (Preferiti).
Prendi appunti. Non è necessario segnarsi tutto, basta selezionare le informazioni più importanti (magari indicando anche l’indirizzo della pagina web da cui provengono). Crea una  cartella sul tuo computer e salva al suo interno tutto il materiale che hai raccolto: immagini, documenti di word, pdf. Dai un nome semplice e chiaro a ogni elemento, così che tu possa capire a colpo d’occhio di che cosa si tratta. Spendi un po’ di tempo per rendere ordinata la tua cartella: ne sarai felice in seguito, quando avrai bisogno di trovare qualcosa!

Fase 5 – Discussione in classe

Condividi questa esperienza con i tuoi compagni e il tuo docente. Come ti sei trovato? Quali difficoltà hai riscontrato? Porta i tuoi appunti in classe, così da poterli confrontare con quelli dei tuoi compagni, e spiega loro il percorso che hai compiuto.