L'esame di Stato per la scuola secondaria di primo grado

Preparare una presentazione multimediale

Le diapositive di accompagnamento alle presentazioni orali (slide) sono sempre più richieste, sia all’interno della scuola sia nel mondo del lavoro, ma non tutti le sanno preparare correttamente. Per realizzare diapositive chiare ed esaurienti non è sufficiente la padronanza del mezzo digitale: è anche necessario rispettare alcuni criteri che ne massimizzino l’efficacia.

Obiettivi

L’attività permetterà allo studente di sviluppare le seguenti competenze chiave:

comunicazione nella madrelingua;
• competenza di base in scienze;
• competenze digitali;
• imparare a imparare;
• competenze sociali e civiche.

Il progetto

Al termine dell’attività lo studente avrà preparato una serie di diapositive riguardanti un argomento scientifico.

Percorsi pluridisciplinari

L’attività può essere organizzata dal solo docente di scienze, oppure in collaborazione con i docenti di inglese o di tecnologia.

Verso il nuovo esame

La capacità di strutturare correttamente una serie di diapositive sarà molto utile agli studenti in preparazione al colloquio dell’esame di Stato. Infatti, una presentazione multimediale che faccia da supporto all’esposizione orale non solo fornirà loro un aiuto mnemonico, ma li metterà anche nella condizione di spiegarsi più chiaramente e di coinvolgere maggiormente gli ascoltatori.

L’avrai sperimentato sulla tua pelle: una lezione è più interessante quando è accompagnata da diapositive (o slide) che illustrano l’argomento e ne riassumono i concetti principali. Eppure, non tutte le diapositive sono ben fatte: alcune generano confusione, altre annoiano. Per questo è importante imparare a creare delle presentazioni che siano utili e piacevoli; questa è una competenza che ti sarà utile non solo in classe, ma anche nella tua futura vita lavorativa.

Il prodotto

Alla fine dell’attività avrai realizzato una serie di diapositive riguardanti un argomento scientifico a tua scelta.

Preparare delle slide di supporto alla tua esposizione orale durante l’esame potrebbe essere una buona idea: ti aiuteranno a tenere a mente tutto ciò che devi dire e a catturare l’interesse della commissione.

Fase 1 – Scelta dell’argomento e documentazione

Sotto la supervisione del docente, la classe si dividerà in gruppi di due persone (nel caso siate dispari, un gruppo potrà essere da tre). Ogni gruppo dovrà poi procedere alla scelta dell’argomento: sfogliate il vostro libro di testo o il quaderno degli appunti per cercare idee, e discutetene con il vostro compagno. Una volta che avrete selezionato un argomento scientifico, comunicatelo al vostro docente così che possa fare una lista di tutti gli argomenti scelti. Per esempio, potreste decidere di occuparvi dei vari tipi di onda. Quando tutti i gruppi avranno deciso di cosa occuparsi, leggete il libro di testo, raccogliendo quante più informazioni possibili sul vostro argomento e sottolineando i concetti fondamentali. Se volete, potete prendere appunti sul quaderno: vi torneranno utili nella prossima fase.

Fase 2 – Progettazione delle diapositive

Pensate alla vostra presentazione come a una storia, con un inizio, una parte centrale e una fine. Disegnate uno schema sul vostro quaderno, con un quadrato per ognuna delle diapositive che andrete a realizzare; dentro ogni quadrato scrivete il concetto che affronterete in quella diapositiva. Tenete conto di queste semplici regole.

La prima slide deve contenere le seguenti informazioni: titolo ed eventuale sottotitolo – nome, cognome e classe degli autori – giorno in cui verrà esposta la presentazione.
Le slide centrali non devono contenere più di un concetto ognuna.
L’ultima slide di solito contiene solo una frase generica di ringraziamento.

Fase 3 – Selezione e raccolta delle immagini

Si sa, una presentazione ben fatta è anche esteticamente piacevole. Per questo è importante utilizzare belle immagini, interessanti e di buona qualità. Ecco alcuni consigli per aiutarvi nella scelta.

Selezionate immagini significative. Non scegliete le fotografie solo perché vi piacciono: il loro scopo è quello di rendere più chiara e comprensibile la presentazione.
Usate immagini di buona qualità. Non c’è niente di peggio di una foto sgranata! Aiutatevi con i filtri di Google (Google immagini strumenti dimensioni ➔ grandi (o medie).
Controllate di poter effettivamente usare quelle foto. Anche in questo caso, i filtri di Google vi vengono in aiuto (Google immagini strumenti diritti di utilizzo contrassegnate per il riutilizzo non commerciale).

Fase 4 – Realizzazione delle diapositive

Adesso che avete ben chiaro come volete strutturare le vostre diapositive, non vi resta che procedere.
Ecco alcune semplici regole per realizzare una presentazione chiara ed efficace.
Mettete un solo concetto per diapositiva.
Non scrivete troppo: poche parole sono sufficienti per evidenziare i punti chiave del discorso.
Siate creativi e divertitevi a sperimentare con colori, immagini e caratteri, ma attenzione a non pasticciare. Le diapositive semplici e pulite generano meno confusione.

Fase 5 – Confronto in classe

Condividi questa esperienza con i tuoi compagni e il tuo docente. Come ti sei trovato? Quali difficoltà hai riscontrato? Porta i tuoi appunti in classe, così da poterli confrontare con quelli dei tuoi compagni, e spiega loro il percorso che hai compiuto.