Leggere l'arte intorno a noi

Donatello e Luca della Robbia

Due protagonisti del primo Rinascimento fiorentino

Il confronto tra due giganti del primo Rinascimento fiorentino ci conduce a scoprire le caratteristiche innovative che accomunano i diversi linguaggi degli artisti di questo momento storico.

L’innovazione e la sperimentazione linguistica si uniscono a una ricerca anche di natura tecnica: pietra, legno, bronzo, terracotta sono materiali sui quali Donatello mette a prova la propria incessante ricerca formale, mentre Luca della Robbia indaga le possibilità offerte da un materiale antico, come la terracotta, reso nuovo dal procedimento della invetriatura.

Confronto tra…

la cantoria di Donatello e la cantoria di Luca della Robbia

 

Donatello e Luca Della Robbia furono chiamati a realizzare, per il Duomo di Firenze, due cantorie, destinate ad accogliere gli organi della cattedrale. Le balaustre delle due cantorie sono decorate da figure di angeli musici e cantori, che fanno pensare a un progetto unitario, anche se la resa stilistica e il linguaggio usato nelle due prove non potrebbero essere più diversi a rivelare come l’approccio alla comune suggestione dell’antichità abbia prodotto esiti molto diversi e sia stato stimolo alla definizione di nuove indagini stilistiche.

 

 

 

Leggere l’opera

La cantoria di Luca della Robbia

Come aiutare lo studente a capire l’opera d’arte nei suoi diversi aspetti? E come fargli apprendere un metodo di lettura dell’opera? La scheda Leggere l’opera sulla cantoria di Luca della Robbia propone una serie di attività diverse, che, passo passo, conducono lo studente ad acquisire nuove conoscenze su un capolavoro, learning by doing.  

 

Le tecniche dell’arte

La terracotta invetriata

Il modellato in argilla, molto praticato in epoca antica e progressivamente caduto in disuso fino a essere sostituito nel Medioevo dalla scultura in pietra, nel primo Rinascimento fu recuperato e nuovamente impiegato per creare sculture autonome a tutto tondo o decorazioni a rilievo per le architetture. La riscoperta è favorita da una innovazione tecnica: l’invetriatura che conferisce impermeabilità e brillantezza alla terracotta, aumentandone la resistenza e la duttilità espressiva.

 

 

 

Articoli correlati