Rivista Primaria Primaria news

Il Giorno della Memoria – “Otto: autobiografia di un orsacchiotto” 8 concetti chiave per capire e ricordare.

di Giuditta e Ginevra Gottardi

Primaria
14 - GENNAIO

Scarica l'articolo in PDF

 

A che età possiamo cominciare a raccontare ai bambini della Shoah?

La risposta a questa domanda è “a qualsiasi età”, infatti con le parole giuste e soprattutto con la storia giusta possiamo parlarne anche ai bambini più piccoli.

Le vicissitudini narrate nel libro “Otto: autobiografia di un orsacchiotto” sono particolarmente indicate per ripercorrere tutti gli avvenimenti che si sono succeduti durante il conflitto della Seconda Guerra Mondiale. Attraverso gli occhi di Otto possiamo osservare il succedersi degli eventi: la comparsa delle prime stelle gialle sul petto, l’arrivo delle SS e della Gestapo e la deportazione nei campi di concentramento, il conflitto armato, i bombardamenti, la fine della guerra e la ricostruzione.

L’orsetto, proprio come i bambini non riesce a capire alcune dinamiche, si interroga su alcune situazioni. Le racconta da spettatore e protagonista contemporaneamente.

Attraverso i suoi dubbi e le sue domande possiamo guidare le bambine e i bambini a esplorare l’argomento, a fare supposizioni e poi a conoscere la realtà dei fatti.

La scelta dell’autore, Tomi Ungerer, di scegliere come protagonista l’orsetto aiuta i bambini a empatizzare con la narrazione in quanto, quasi tutti, da bambini hanno avuto un orsetto o un peluche a cui erano molto legati e possono capire la relazione affettiva tra i protagonisti.

Il video qui proposto è suddiviso in tre parti:

  • prima parte: lettura e interpretazione della storia;
  • seconda parte: presentazione del puzzle e dei concetti chiave esposti dal libro;
  • terza parte: video tutorial con i passaggi per realizzare la bustina con il puzzle dell’orsetto.

Video

MATERIALI AGGIUNTIVI

LE AUTRICI

Ginevra G. Gottardi
Esperta di attività storico -artistiche, insieme a Giuditta Gottardi ha fondato il centro di formazione Laboratorio Interattivo Manuale, un atelier dove creatività e didattica si incontrano.

Giuditta Gottardi
Insegnante di scuola primaria, insieme a Ginevra Gottardi ha creato il sito Laboratorio Interattivo Manuale, una piattaforma digitale di incontro e discussione sulla didattica attiva per migliaia di insegnanti.

Entrambe sono autrici Fabbri–Erickson.

Elementi correlati